Full Cloud migration: COMPLETED!

Mai come in questo frangente, per garantire la continuità aziendale, è essenziale disporre di un piano per le

Mai come in questo frangente, per garantire la continuità aziendale, è essenziale disporre di un piano per le emergenze. Oggi infatti, tutte le aziende sono chiamate ad essere pronte a reagire il più rapidamente possibile al fine di mitigare gli impatti e i rischi che inesorabilmente colpiranno verticalmente molteplici settori.

Investire nella gestione della continuità aziendale, significa mettersi al riparo dai rischi infrastrutturali, informatici, dei dipendenti, aziendali, operativi e di comunicazione, con l’obiettivo di costruire anche un’organizzazione pronta a reagire a situazioni straordinarie, garantendo la continuità dell’infrastruttura e della produzione in un futuro che vedrà lo smart working essere il mantra più recitato.

Per garantire una solida trasformazione digitale e prepararsi a rispondere efficacemente ai cambiamenti organizzativi e produttivi dettati dalla critica congiuntura in atto, Athesys ha scelto di completare la migrazione di tutta la sua infrastruttura legacy in Microsoft Azure, valutata una soluzione cloud completa in grado di integrare tutti i servizi mission critical.

In particolare, Athesys ambiva non solo a modernizzare il suo ambiente legacy, migliorando la qualità del servizio e riducendo i costi, ma soprattutto a creare un’infrastruttura flessibile in grado di rispondere meglio ai repentini scenari di business. “Grazie alla lunga esperienza sulle tecnologie Microsoft dei nostri professionisti abbiamo migrato tutta la nostra infrastruttura sul cloud Azure”, afferma Simone Albamonte, CEO di Athesys. “Utilizzavamo già da molti anni la suite MS Office 365, pertanto abbiamo trasferito tutti i nostri ambienti di produzione dal gestionale al centralino, gli applicativi critici e tutti i servizi forniti ai nostri Clienti inclusi gli ambienti di sviluppo e testing”. 

Altresì, con gli strumenti messi a disposizione dal cloud Azure è possibile configurare anche un sito di DR remoto collegandolo direttamente agli host in produzione con la possibilità di replicare tutte le funzionalità presenti sul sito principale. In questo modo, oltre a gestire l’emergenza in caso di fault è possibile intraprendere un percorso di migrazione dall’ on-site al cloud di una parte o di tutta l’infrastruttura server, in maniera tale da usufruire dell’alta affidabilità offerta. I costi dell’operazione sono stati opportunamente preventivati tramite un’apposita applicazione: in questa maniera è stato possibile calibrare le risorse al fine di ottimizzare la spesa. La soluzione ha apportato numerosi benefici, in primis:

  • Alta affidabilità (le macchine virtuali – server – sono replicati a livello geografico su diversi datacenter)
  • Alta diponibilità in virtù della replica geografica
  • Sicurezza (ogni server è automaticamente inserito in una policy di network la cui restrittività è gestita in base alle esigenze)
  • I servizi esposti dai server possono essere usufruiti dagli utenti in ogni luogo del pianeta in cui vi sia diponibilità di una connessione internet

Siamo sempre lieti di condividere il nostro know-how e di vedere come le nostre soluzioni possono facilitare il lavoro delle imprese. Se stai pensando al cloud ma hai molti dubbi, contattaci anche solo per un parere.

Leave a Comment