Il System Integrator nell’era della Digital Transformation

Chi ha scommesso sul fatto che il destino dei System Integrator sia quello di volgere alla fine nel

Chi ha scommesso sul fatto che il destino dei System Integrator sia quello di volgere alla fine nel giro di pochi anni, è destinato a pagare pegno.

L’autore di questo infausto oracolo, molto probabilmente, è rimasto legato alla visione amarcord dei System Integrator, quasi rappresentabile metaforicamente con l’immagine del “super tecnicone” in camice bianco che spesso si aggirava nei vecchi Data Center, o piuttosto al team di consulenti che venivano accompagnati dal responsabile IT nella gelida sala macchine, in ogni caso figure cui venivano demandate tutte le questioni riguardanti l’implementazione del sistema.

Nell’era della Digital Transformation in cui le aziende devono votarsi alla flessibilità in modo rapido, (soprattutto per ciò che concerne l’IT) per mantenere la concorrenzialità del proprio business, i System Integrator moderni sono ancora gli interlocutori principali per i progetti di integrazione, ottimizzazione e ammodernamento.

Molti System Integrator infatti hanno saputo raccogliere la sfida del cambiamento e si sono calati con successo nel nuovo modello Xaas, ovvero “everything-as-a-service”, evolvendo nella capacità di integrare non solo infrastrutture tradizionali ma specializzandosi soprattutto nelle modalità di interfacciare i sistemi aziendali con il Cloud e i relativi sistemi IaaS, PaaS, SaaS, definendosi soprattutto come i veri paladini della compliance e della sicurezza.

I System Integrator moderni o, potremmo meglio dire i “Service Integrator”, sono caratterizzati non solo dalla ricerca e specializzazione sulle tecnologie più all’avanguardia, ma sono soprattutto coloro che sono riusciti a creare una rete di partnership tale da garantire un servizio altamente specializzato nei vari ambiti coinvolti dalla Digital Transformation.

Chi come Athesys ha saputo cavalcare l’onda del cambiamento ha inoltre deciso di portare anche un elemento di forte coerenza verso i propri clienti adottando in primis le nuove tecnologie Cloud based e scegliendo di sviluppare i propri prodotti con una modalità in grado di essere fruiti sia on premisis che su Cloud al fine di poter proporre una transizione light verso la “nuvola”.

Perfettamente consapevoli dei costi ma soprattutto dei timori legati al cambiamento, Athesys ha scelto altresì di ampliare la propria offerta con l’inserimento di soluzioni iperconvergenti, proprio per rendere meno traumatico il passaggio dal sistema distribuito alle infrastrutture IaaS.

Se quindi stai valutando di avventurarti anche tu nella nuvola, ma molti sono ancora i punti di domanda e le perplessità, Athesys è il partner giusto per te, contattaci!

Leave a Comment